InstantSolutions Case study: Dossier Manager

InstantSolutions Case study: INT.E.G.RA. Dossier Manager Multilingua

Dossier Manager è un prodotto software per la gestione della documentazione informativa sul prodotto cosmetico e della valutazione delle sicurezza, realizzato con InstantSolutions.

Nome applicazione

Dossier Manager (www.dossiermanager.it)

Partner

Settore

Cosmetici

Descrizione

L’utilizzo di uno strumento come Dossier Manager® permette di orientare le risorse umane altamente specializzate verso obiettivi eticamente e legalmente prioritari, affidando allo strumento informatico le attività di archiviazione e controllo dei documenti, e utilizzando i servizi di aggiornamento tecnico normativo forniti con il metodo, come valido supporto per ottemperare agli obblighi previsti dalla normativa europea.

Database utilizzati

MS-SQL da 2005 a 2012

Lingue

Italiano, Inglese, Francese (in futuro Tedesco e Spagnolo)

Punti di forza sfruttati

  • Il modello ad oggetti proprio di un’applicazione InstantSolutions favorisce l’incapsulazione e la manutenibilità. Questo si è rivelato un grosso vantaggio per la gestione dei dati di base che compongono il Dossier PIF.
  • Il tool DmBatcher è in grado di interfacciarsi con i più diffusi ERP in ambito cosmetico per il passaggio dei dati da e verso Dossier Manager.
  • L’applicazione è multilingua e consente la gestione di Dossier in lingue diverse lingue. Anche l’interfaccia utente è multilingua per consentire di lavorare con il prodotto anche utenti non italiani.

Screenshot

Riportiamo alcuni screenshot che illustrano caratteristiche specifiche.

Vista panoramica dell’applicazione con alcune finestre aperte. Questa applicazione ha un’interfaccia utente basata sul MultiFramework di InstantSolutions, e caratterizzata da oggetti dalla struttura complessa.

Esempio di report creato con ReportBuilder. Il sottosistema DocProducer di InstantSolutions permette l’integrazione di strumenti di terze parti nelle applicazioni. Questo aiuta a sfruttare skill e perfino codice esistente.

Il programma di traduzione usato dall’utente finale. Una volta creata una traduzione, questa può essere resa disponibile a tutti. Lo stesso applicativo, integrabile in qualunque applicazione InstantSolutions, può anche essere usato dallo sviluppatore (o da un traduttore) per tradurre l’applicazione prima di rilasciarla.

L’applicazione consente la gestione dei dati multilingua (nell’immagine un esempio di Dossier PIF in doppia lingua, Italiano e Inglese) oltre alla possibilità di avere la GUI nella lingua dell’utente (nell’immagine l’applicazione sta girando con la GUI in inglese.

Testimonials

Testimonials

InstantSolutions Succes Case

InstantSolutions è stato usato fino ad ora da svariate aziende per realizzare decine di applicazioni, sia per uso interno sia pacchettizzate. Abbiamo preparato alcuni brevi case study di applicazioni significative sviluppate, da noi o da nostri clienti, con InstantSolutions. Leggendoli potrete rendervi meglio conto delle varie caratteristiche di InstantSolutions che sono risultate vincenti nei diversi progetti. I case study attualmente disponibili sono:

  • Dossier Manager, per la gestione della documentazione informativa sul prodotto cosmetico e della valutazione delle sicurezza.
  • Sport Club Manager, applicativo Windows gestionale per società sportive.
  • KSM, per la gestione del trasporto studenti della provincia di Bolzano.
  • EdilCycle, per la gestione del ciclo di vita di un progetto immobiliare.

Ethea InstantTranslation

InstantTranslation Tools

Una collezione di classi e di tools Delphi per il supporto alla traduzione in lingua straniera di applicazioni Delphi scritte in una lingua qualsiasi.

Con questi tool è molto semplice abilitare le applicazioni Delphi VCL al supporto multilingua, senza passare dalla tediosa gestione delle risorse windows.

I passi necessari per poter rendere una applicazione multilingua sono semplici. Bastano poche modifiche ai sorgenti per abilitare le funzioni di traduzione. Quindi, utilizzando degli editor forniti insieme ai componenti per la traduzione, è possibile tradurre in modo facile e da parte di chiunque (compreso un utente finale) tutta l’applicazione. Il vantaggio dei nostri tools è che è possibile fare il deploy dell’applicazione senza aver completato la traduzione.

Per tradurre i messaggi è stato creato un Translation Editor, che consente agli utenti non programmatori di effettuare le traduzioni necessarie.

Il Translation Editor consente ad un utente non sviluppatore di effettuare le traduzione dell’applicazione in modo semplice e intuitivo.

L’editor si appoggia ad un dizionario di termini già tradotti (il Translation Repository) per effettuare le traduzioni di base, quindi è possibile completare le traduzioni ed esportarli di nuovo nel dizionario.

Ogni applicazione non dovrà necessariamente partire da zero, ma potrà sfruttare le traduzioni già effettuate per altre applicazioni.

È possibile utilizzare il Translation Repository Editor per tradurre tutti i messaggi dell’applicazione precedentemente esportati.

 

Per poter suddividere il lavoro è possibile anche “dividere” il file di repository in sottofile (vedi impostazione filtro e esportazione file) per poter lavorare in più persone alla fase di traduzione.

 

Una volta suddiviso il lavoro è possibile reimportare i singoli sottofile nel file di repository e utilizzando la funzione di “importazione multipla” del Translation Editor si aggiornano tutte le finestre e i messaggi dell’applicazione.

 

È possibile anche integrare nell’applicazione l’editor “embedded”: premendo una combinazione di tasti si visualizza la finestra di traduzione, che resta “collegata” alla finestra attiva del programma. I simboli utilizzati in questa finestra sono gli stessi utilizzati all’interno dell’editor esterno per le traduzioni. Attivando la modalità “PickObject” è possibile selezionare gli elementi da tradurre direttamente sulla finestra dell’applicazione, effettuare la traduzione e vederne immediatamente il risultato! Da questa finestra sono disponibili tutte le funzioni contenute nel Translation Editor.Un esempio di applicazione tradotta È possibile tradurre lo stesso Translation Editor. L’immagine qui sotto, ad esempio, mostra il Translation Editor tradotto in inglese.

Disponibile il replay del Webinar: Modernizzazione app

Il replay della sessione di Carlo Barazzetta su modernizzazione di applicazioni Windows (VCL) e supporto High-DPI, tenutosi nell’ambito dell’iniziativa Delphi Live Italia è disponibile.

Andrea Magni si complimenta per la buona riuscita dell’evento: “Sono contento per la grande partecipazione al mio webinar, spero di essere stato abbastanza esauriente, ma l’argomento è veramente vasto e in due ore si può solo toccare la punta dell’iceberg…”

EnglishItalian